Corso di fotografia online

Come fotografare a partire dal tuo stile

Avrei potuto presentarti un corso di fotografia con le solite modalità di tutti i corsi di formazione che trovi online .

Avrei potuto dirti che grazie al mio corso imparerai come diventare un bravo fotografo; oppure dirti quali tecniche fotografiche apprenderai grazie al mio corso.

Non avrei avuto alcun problema sventolarti il mare di nozioni che ci sono dietro al mondo della fotografia.

 

Caro lettore e cara lettrice ho deciso di non fare nulla di tutto ciò!

Non perché soffro di una incurabile antipatia nei confronti di chi offre corsi di fotografia standard e uguali per tutti, ma perché credo che un conto sia insegnare a qualcuno come fare le foto e un altro conto è riuscire a far emergere agli altri la creatività che c’è dentro, utile per catturare il mondo circostante con nuovi racconti fotografici.

Lo stesso Martin Seligman, pioniere della psicologia positiva, cita varie ricerche che dimostrano che coloro che realizzano obiettivi a lungo termine sono molto più felici di coloro che perseguono principalmente il piacere o il divertimento, affermazione che condivido completamente.

Perché puoi uscire e per caso trovare qualcosa di bello da fotografare, o puoi uscire per fotografare con in testa un argomento specifico.

 

Credo fortemente nel carattere distintivo insito nello stile fotografico

La vera sfida di un fotografo, soprattutto quando si trova nelle prime fasi della sua professione è riuscire a individuare un suo stile identificativo. Questo è un approccio che ha molto a che fare con il proprio modo di vedere le cose, il carattere, la visione del mondo, il valore che si da a ogni singolo dettaglio.

 

Vuoi sapere chi sono e cosa faccio?

Sono Flavio Chiesa, mi occupo da molti anni di fotografia di interni, riprese aeree, tour virtuali e realtà virtuali.

Ho a cuore lo stile fotografico proprio perché ciò che serve in questo lavoro è identità e personalità.

Non esiste in questa professione un modo di fotografare valido per tutti, ma ognuno con il suo occhio può raccontare il mondo in modo diverso. Questo vale sia se si sta fotografando un tramonto e sia se si sta lavorando a un progetto fotografico aziendale. Ognuno di noi ha una sua predisposizione creativa che può esplodere nell’arte fotografica.

 

Perché ho deciso di creare un corso di fotografia individuale online

Ogni persona può diventare fotografo di un argomento a cui è interessato. Basti pensare che una persona ha due occhi e ognuno di essi non guarderà mai la stessa cosa e allo stesso modo, figuriamoci se le persone possono vedere il mondo con la stessa sensibilità e essere attirate dagli stessi argomenti.

Alla stessa maniera credo che non può esistere un modo di apprendere le cose valido per tutti e una volta per tutte.

Credo che lavorare singolarmente sulla formazione di ogni allievo o allieva renda il mio lavoro più utile per chi deve apprendere. Voglio parlare la stessa lingua di chi mi sta di fronte, non voglio dire cose uguali a tutti.

 

Fino ad ora ti ho raccontato a parole come organizzo il corso di fotografia

Ora ti voglio mostrare una sintesi di alcuni racconti fotografici realizzati da persone che hanno partecipato a questo corso.

Sono storie realizzate in tempi compatibili con la durata del corso di fotografia da persone che si sono cimentate per la prima volta in un racconto fotografico.

Come Matteo che nel suo corso di fotografia ha voluto raccontare i segni della guerra ancora presenti a Milano. [/vc_column_text]

[/vc_column][/vc_row]
corso-fotografia-online-il-racconto-di-Matteo
fotografia-online-di-Matteo
corso-di-fotografia-online

Nadia ha invece voluto raccontare come i turisti si fotografano in una piazza simbolo della città di Milano. Sono immagini simpatiche che mostrano la spensieratezza e la voglia di immortalare il loro passaggio in quel luogo.

corso-di-fotografia-il-racconto-fotografico
corso-di-fotografia-il-racconto-fotografico
corso-di-fotografia-il-racconto-fotografico

LINK AL CORSO DI FOTOGRAFIA INDIVIDUALE ON LINE

Vieni a scoprire come ho strutturato il corso di fotografia e il trucco, sotto al naso di tutti ma da molti sottovalutato, per non entrare a far parte della generazione dei ricordi persi.