Realtà aumentata e itinerari turistici

video

Realtà aumentata, immagini per arredo e l’esperienza turistica

Quante volte in una stessa giornata gli ospiti del tuo albergo ti chiedono informazioni sulle attrazioni presenti nella tua località?

Hai il tempo di spiegare con calma tutto quello che possono vedere, e come possono fare ad arrivarci utilizzando la “classica” cartina?

Tra l’altro oltre a essere abbastanza anonima (anche un eventuale logo dell’hotel non li aiuta a ricordarsi di te) non riescono a vedere cosa li aspetta al loro arrivo, richiede una capacità di orientamento, le poche indicazioni scritte non sono sempre nella loro lingua e se chiedono informazioni ai passanti non è facile trovare in Italia chi parla la lingua inglese, figuriamoci altre lingue, ma soprattutto non offri a loro un’alternativa che ti differenzia dalla concorrenza.

 

La soluzione

Io ti propongo una soluzione “mobile” personalizzata, scalabile e “chiavi in mano”, che si basa sul rendere interattive le stampe esposte nella tua struttura, che permette ai tuoi clienti di accedere con semplicità a contenuti multimediali informativi, interattivi e di alta qualità su tutti i luoghi di interesse turistico che la tua località può offrire. A tutto vantaggio della loro soddisfazione del tuo fatturato.

Perché si sa. I clienti alloggiano nel tuo albergo vogliono conoscere quello che di emblematico il tuo territorio gli può offrire.

E io, attraverso i contenuti fotografici personalizzati, ti aiuterò ad accompagnarli e a farglieli conoscere. Proprio come fa una guida turistica.

Non a caso i dati di eDreams confermano che 9 europei su 10 restano attaccati ai loro fidi compagni elettronici (si riferisce al comportamento in vacanza). Mappe, meteo, messaggi e social le funzioni più cavalcate, seguite a ruota dai traduttori e dalle note di Spotify e Shazam. Fonte Wired.

 

Ma la realtà aumentata non è l’unico strumento che ti aiuta a raggiungere questo obiettivo

Video di un progetto realizzato per un importante hotel di Bologna

 

L’idea

Per il direttore dell’hotel di Bologna avevo già realizzato un lavoro simile a Pisa e per un suo collega a Milano, ma allora le foto erano servite “solo” per arredare spazi dell’hotel, perché come aveva fatto notare lui stesso, le foto presenti erano anonime, senza un collegamento con il territorio e non aggiungevano nulla di interessante.

Ma è proprio durante la realizzazione di quel lavoro che avevo notato il comportamento delle persone che alloggiavano nel suo hotel, delle richieste che facevano in reception, di come si comportavano quando li vedevo girare per il centro di Pisa chiedendo informazioni a chi non le sapeva dare o non capiva la loro lingua. Non ne sono serviti tanti, ne sono bastati due ma sono stati molto illuminanti.

In quella occasione ho pensato che se fossi stato in grado di trasformare le foto esposte in un mezzo per comunicare con loro avrei potuto aiutarli a vivere meglio l’esperienza turistica aumentato ulteriormente il collegamento tra l’hotel e la città, tra l’hotel e i suoi ospiti.

 

Realtà aumentata si o no

Se da una parte la realtà aumentata rappresenta il futuro questo futuro deve ancora arrivare, è dietro l’angolo ed è così vicino che per certe realtà è già un metodo acquisito, ma è più un uso in ambito industriale come si vede chiaramente sul sito della Microsoft dedicato al progetto di realtà aumentata Hololens. 

Tutti noi invece ne sentiamo parlare ma non ne sfruttiamo ancora le opportunità perché:

  • sono siamo abituati
  • mancanza dispositivi (mi riferisco agli occhiali)
  • contenuti utili da invogliarti ad usarli

Perché vedere un dinosauro apparire sul tavolo di casa come ha fatto Google può essere divertente, ma se poi se si ferma solo a quello… 

Ovviamente ci sono aziende strutturate in modo da poter creare tutti i progetti di realtà aumentata che desideri per tutti i device che vuoi, ma che budget serve? Con il budget da destinare la mio progetto loro neanche iniziano.

La mia è un’idea alla portata di chiunque!

 

Realtà aumentata con lo smartphone

Per ora solo lo smartphone è lo strumento che tutti abbiamo nelle mani quotidianamente che ci può consentire di vivere esperienze AR (vedi Pokemon Go o Peridot)

 

Il futuro

La vera realtà aumentata sarà possibile viverla tramite occhiali, ma ad oggi (quando Apple uscirà con il suo modello sono convinto che le cose cambieranno) non sono ancora così diffusi, economici e facili da usare. Certo, se ascoltiamo le aziende che li producono non la pensano allo stesso modo, diciamo che io mi baso su quello che vedo in giro…semplice non li vedo.

 

L’opportunità che hai oggi

Le considerazioni che hai letto sono il risultato delle prove e dei lavori già realizzati, delle ore trascorse a capire perché certe interazioni su alcuni sistemi operativi non funzionavano e come rendere l’idea a prova di “stordito” in pratica facilmente utilizzabile da chiunque, a prescindere dalla loro predisposizione all’uso delle nuove tecnologie, cultura, lingua e paese di provenienza.

Dovevo capire nella pratica le opportunità, le difficoltà di realizzazione, i costi e le alternative per riuscire a creare dei contenuti da utilizzare tramite smartphone che non costassero un patrimonio e che si legassero al turismo esperenziale.

Oggi questa esperienza la metto a tua disposizione per realizzare il progetto per la tua attività, hotel, ente del turismo, proloco, insomma, per tutte quelle realtà che hanno interesse a migliorare l’immagine della propria struttura e territorio. 

 

I costi

Se opti per la realtà aumentata i costi sono legati alla quantità e varietà di contenuti da creare (l’itinerario turistico), inseriti e a un costo di rinnovo annuale,.

Se opti per la seconda soluzione, che non è esattamente realtà aumentata ma che ci si avvicina molto, il costo viene strutturato diversamente perché il progetto si basa sempre sulla creazione di un itinerario turistico, ma le immagini vengono usate per creare una serie di stampe fotografiche, e vicino ad ogni stampa viene posizionato un QRCode o statico o dinamico che attiva l’informazione turistica.

L’idea di questo progetto s’ispira al turismo esperenziale, puoi leggere l’articolo a questo link: Stampe per arredo e l’esperienza turistica

L’itinerario turistico interattivo ha così un’incidenza minima perché il costo principale è sostenuto dalla creazione delle stampe fotografiche per arredo, che tra l’altro ti resteano per tutta la loro vita a prescindere da come si evolverà la tecnologia (una stampa fotografica protetta da plastificazione ha una durata media di 100 anni)

 

 

Concludendo

VOLENDO IN SOLI 30 GIORNI SARAI PRONTO PER ACCOMPAGNARE I TUOI OSPITI ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI PIÙ BELLI E INTERESSANTI DEL TUO TERRITORIO

Se ti interessa vengo a trovarti per farti vedere come funziona un itinerario turistico che utilizza la realtà aumentata, ovviamente senza impegno.

L’Italia è tutto sommato un paese piccolo, arrivo ovunque, o quasi.

Mandami una mail a info@flaviochiesa.it

Oppure chiamami al +39 392 0692326

in alternativa hai anche il modulo di contatto